Lascia un commento

Prima ricetta del mercoledì veg: il koshari

Il koshari è un piatto egiziano umile e senza fronzoli. Se anni fa avessi letto la ricetta senza averlo mai assaggiato io, amante dei fronzoli, probabilmente sarei passata oltre, senza dargli alcuna possibilità.

Se avessi visto anche la foto, non ci sarebbe un “probabilmente” nella frase precedente.

Provvidenziale fu il viaggio in Egitto, che mi ha costretta a rivedere la mia spocchia culinaria facendomi conoscere uno dei miei piatti preferiti in assoluto.

 

Per 3 persone abbastanza mangione:

100gr di spaghetti spezzati (circa 3/4cm di lunghezza)

100gr di ditali lisci piccoli

100gr riso da insalata oppure basmati, thai, americano long grain

300gr di lenticchie cotte con una foglia d’alloro

1 barattolo medio di conserva fatta in casa (molto preferibile) oppure 1 lattina di pelati di ottima qualità. Ovviamente se fossimo in estate vi direi di usare pomodori freschi molto maturi e spellati.

2 cipolle medie

peperoncino

pepe nero

1 cucchiaino raso e mezzo di semi di cumino macinati (approssimativo, ne parlerò più avanti)

1 cucchiaino raso di zucchero muscovado o di canna

1 spicchio d’aglio

1 limone

olio e.v.o. e olio d’arachidi

 

Per prima cosa preparate la salsa. Affettate finemente la cipolla e fatela cuocere a fuoco lento assieme allo spicchio d’aglio in un pentolino dal fondo spesso, aggiungendo poco sale a metà cottura. Quando diventa ambrata, togliete l’aglio, aggiungete il cumino, mescolate bene per un minuto lasciando che sprigioni il suo profumo ed aggiungete i pomodori, altro sale e lo zucchero.

Una parola riguardo al cumino. Le dosi indicate vanno bene per il mio cumino, ma le spezie variano in intensità a seconda della freschezza, della provenienza, dal fatto che siano intere o macinate etc, per non menzionare il gusto personale. Magari la prima volta provate con una dose inferiore, poi vi saprete regolare di conseguenza.

Questa salsa va cotta a fuoco basso mescolando spesso per un lungo periodo, circa 45’. A metà cottura aggiungete il pepe. Deve restringersi e concentrarsi molto, attenzione a non farla bruciare però! Nel frattempo cuocete la pasta non molto al dente ed il riso, tutto separatamente.

Ed occupatevi dell’altra cipolla: va affettata non troppo finemente ma con molta uniformità, asciugata bene e fritta in olio d’arachidi con molta attenzione. Deve diventare scura ma non bruciata, la differenza tra la perfezione e l’immangiabile sono pochi secondi e qualche decina di gradi dell’olio. 

Quando pasta e riso sono pronti passateli velocemente in acqua fredda e scolateli molto bene, ungete con abbondante olio evo in modo che non si incollino, aggiungete le lenticchie, la salsa ristretta, il peperoncino, il succo di mezzo limone e mescolate bene. Servite a tavola con il resto del limone a spicchi, per chi ne volesse ancora.

Chi volesse può dare il colpo di grazia rosolando ulteriormente il tutto in poco olio molto caldo, nel quale avrete fatto dorare uno spicchio d’aglio.

A proposito di aglio, la ricetta originale prevede una salsa all’aglio ed una piccante di accompagnamento. Questa è la mia versione semplificata, ma vi assicuro che la differenza con l’originale non è molta.

Il koshari non ha bisogno di essere servito bollente, io l’ho sempre mangiato caldo/tiepido.

E scelsi di mangiarlo tante altre volte, nonostante le numerose altre delizie egiziane, e nonostante non fossi ancora veg.

Continuo a farlo e rifarlo, è sempre molto appagante, meravigliosamente privo di fronzoli e teneramente bruttino.

Includo la foto dell’originale, di una mangiata “in compagnia”, e l’unica foto bella che abbia mai scattato, perché mi va.

teneramente bruttino micio mangione foto bella Ile

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: