2 commenti

Il colibrì e l’incendio

Pensavo che facendo bene questo lavoro, dimostrando concretamente alla gente che mangiare veg può essere tutt’altro che un sacrificio, avrei fatto qualcosa di buono per gli animali, l’ambiente, la salute.

Poi mi è venuta un’idea, forse avrei potuto fare di più. Sicuramente non salverò il mondo, ma avrò fatto la mia piccola parte, come il colibrì di questa bella favola.

Ecco l’idea.

Mi rivolgo ad aspiranti veg e a chiunque stiano a cuore l’ambiente in cui vive, il prossimo, gli animali e la propria salute.

Offro corso di cucina gratuito e personalizzato a seconda dei vostri gusti e necessità. Lo scopo è aiutare concretamente chi non è veg ma vorrebbe diventarlo, quale modo migliore per farlo della cucina?

Il corso consiste di una singola lezione di qualche ora durante la quale imparerete ricette nuove o rinnovate, e nozioni teoriche per migliorare i vostri piatti. E’ su misura, così che le nuove ricette diventino facilmente parte integrante delle vostre abitudini.

Alla fine mangeremo insieme quello che abbiamo preparato o potrete portarlo a casa!

Le lezioni possono essere singole o in piccoli gruppi.

Quello che chiedo in cambio è la firma di un “contratto morale” col quale ci si impegna a mangiare vegetariano e/o vegano per un mese. Un impegno da prendere seriamente,  pur sapendo che l’eventuale tentazione di una volta non pregiudicherà questo percorso. Per qualsiasi aiuto o dubbio, potrete contare su di me.

E’ previsto un rimborso spese per la materia prima.

Vi prego di capire che non è semplicemente un corso gratuito; è rivolto a chi è intenzionato a cambiare abitudini e ha bisogno d’aiuto.

Per informazioni non esitate a contattarmi  🙂

 

Qui sotto ecco le foto della lezione prova, dove Aldo ha imparato a fare :

-Ragu’ di ceci

– Seitan alla vaccinara

– Fagioli alla messicana e guacamole

– Hummus

– Zanzibar tofu

– Curry rosso thai di tofu e verdure

– Riso basmati perfetto

 

IMG_20140905_175528 IMG_20140905_180116 IMG_20140905_180518 IMG_20140905_190121 WP_000593 WP_000597

 

 

 

 

 

 

Annunci

2 commenti su “Il colibrì e l’incendio

  1. Ciao, io colgo il tuo invito al volo!!! Mi chiamo Valeria, ho 47 anni e non sono vegetariana. Ci tengo a dirtelo e a chiarire bene le mie motivazioni, perchè la chiarezza nei rapporti è secondo me fondamentale. Ho un compagno e una bimba di due anni e mezzo (quasi tre ormai). Da circa 4 anni ho iniziato un mio personale percorso di alimentazione che io definisco “salutare”, nato dopo aver letto un libro sugli allevamenti intensivi. La mia non è dunque una motivazione etica, anche se più vado avanti più mi ci sto avvicinando. Continuo però a mangiare pesce e carne (cucinata da me saltuariamente, più che altro quando sono invitata a casa di altri perchè mi sento in imbarazzo a rifiutare – anche se lo so è assurdo) E’ un percorso lungo e graduale fatto di letture e di acquisizione di consapevolezza sulle cose che mangiamo. Un percorso che mi ha portato negli anni a ridurre il consumo di carne e a introdurre alimenti prima sconosciuti (quinoa, miglio, farina di ceci, semi di vario genere, lievito alimentare, latti vegetali, poco tofu, fino ad ora non il seitan che devo dirti la verità, mi sembra un alimento un po’ innaturale, ma è una mia opinione personale). E’ un percorso che dal punto di vista culinario sto facendo da autodidatta con “sperimentazioni” nate da ricette che trovo on-line o su libri che ho comprato e che riadatto ai tempi ristretti di una mamma che lavora (avevo trovato il tuo sito e mi ero iscritta al tua mailing list proprio per trovare ispirazioni”). E’ un percorso che condivido con il mio compagno e mia figlia che quest’anno inizia la scuola dell’infanzia e per la quale abbiamo fatto richiesta di menu con l’esclusione di carne. Spesso mi sento in difficoltà perchè non so come variare la nostra alimentazione. Ormai ho consolidato un menu che però rischia di diventare ripetitivo, basato soprattutto sull’uso di legumi e verdure che utilizzo per la preparazione di polpette e sformati, di frittate di ceci. Da poco sto cercando di introdurre il tofu, ma con scarsi risultati. Con i dolci ancora è un mezzo disastro. Spesso mi aiuto con prodotti confezionati, ma passo ore al supermercato a leggere etichette e non sono sicura che quello che mangio sia più “salutare” della carne che evito. La mia maggiore difficoltà è legata soprattutto ai tempi di realizzazione delle ricette. Cerco di congelare, ma non sempre questo mi è possibile (rischierei di passare i sabati e le domeniche in cucina, mentre vorremmo stare all’aria aperta). Altra difficoltà sono gli inviti a pranzi/cene con amici. Non so più cosa preparare, anche se mi sto rendendo conto che le mie proposte “vegetariane” spesso piacciono (non so se me lo dicono solo per “cortesia”). Il tuo corso sarebbe per me l’occasione per imparare nuovi piatti e variare il nostro menu. Infine, anche se mi piacerebbe poter firmare il contratto “morale”, come lo hai definito tu, di un mese di menu vegano, ti dico per onestà che posso firmare solo un contratto di menu vegetariano. Mi rendo conto che non è un grande impegno per contraccambiare la tua offerta, essendo per me (e anche per la mia famiglia) molto facile da sostenere, ma so anche che non riuscirei a mantenere l’impegno di un menu vegano, non per le “tentazioni”, di cui parli, ma proprio per le mie difficoltà organizzative (banalmente a pranzo in ufficio non sempre riesco a organizzarmi per il pranzo e un po’ di formaggio e verdure sono la mia ancora di salvezza). Infine, purtroppo, ho poco tempo, e quindi la mia possibilità di partecipare al corso dipenderebbe molto anche dai giorni e ore in cui intendi organizzarlo. Ecco, mi sembra di aver detto tutto. Se avessi la possibilità di partecipare al tuo corso ne sarei felice. Trovo la tua iniziativa veramente bella. In questo periodo non faccio altro che leggere che l’Italia è il secondo paese al mondo per vegetariani e mi sembra così strano. Io mi sento molto sola e da tutti sono considerata “strana” per queste mie scelte. Un saluto Valeria

    • Cara Valeria, innanzitutto grazie per l’attenzione! Questo corso non è pensato per chi è già veg, quindi va bene che tu al momento non lo sia. Così come va bene che il “contratto” sia per un mese da vegetariana, è normale fare un passo alla volta. Da quello che mi dici ho già un’idea generica sul cosa proporti, in ogni caso ti manderò via mail un questionario che dovrai rimandarmi compilato, così che possa avere informazioni più precise su quello che ti sarà più utile imparare a fare. Ti scrivo in privato, così possiamo accordarci sul come e quando. A presto e buona giornata 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: